Profilo Facebook di Arcangelo Scattaglia Twitter di Arcangelo Scattaglia Profilo Linkedin di Arcangelo Scattaglia Tumblr di Arcangelo Scattaglia Pinterese di Arcangelo Scattaglia Instagram di Arcangelo Scattaglia Feed
Informativa sulla Privacy

You can believe anything you want. The universe is not obligated to keep a straight face.

La TV

Posted By on Febbraio 26, 2006 in Senza categoria | 0 comments

Da un po’ di tempo non guardo più la TV. Non per essere snob o anticonformisma è solo che non ne ho il tempo e quando ce l’ho preferisco guardarmi un film o qualche episodio di un telefilm o un anime in DVD. Quindi non guardo praticamente più la tele e le notizie leggo su internet o le ascolto alla radio. Prima mi capitava sopratutto a cena di guardare qualche stupida trasmissione di quelle che vanno tanto di moda adesso, i cosidetti \”reality show\” fattorie, isole, case, ospedali mia madre non se ne perdeva/perde una. E’ facile sparare a zero sullo squallido ciarpame televisivo attuale specie quando mi capita di guardare una vecchia trasmissione trasmessa prima che io nascessi e osservare come la regia, i tempi, i testi, tutto era studiato nei minimi dettagli e nulla lasciato all’improvvisazione di attoruncoli da recita parrocchiale. Tuttavia il seguito di alcuni personaggi lascia pensare che tutto sommato la Tv va in contro agli esatti desideri della gente e che dunque il problema sia da ricercare da un’altra parte. In verità non penso nemmeno che il mondo sia popolato da cretini, almeno non come le percentuali di acquirenti di .mid per cellulari ad un euro l’uno lascerebbero presagire, dunque deve trattarsi di una concausa. La Tv va in contro alla gente che alimenta lo squallore della TV come un cane che si morde la coda. Sembrerebbe quindi che la mia scelta forzata di non guardare la TV sia alla fine una panacea per i mali del mondo. Eppure non penso nemmeno che sia così, come non credo che non debba esistere il ciarpame televisivo. La TV è uno strumento potente, più potente di internet perchè unidirezionale e non dispersivo, permette di far passare informazioni senza stancare più di tanto l’interlocutore, ha consentito di unificare il nostro paese che senza la TV adesso parlerebbe almeno quaranta dialetti diversi e avrebbe differenze culturali tali che il tizio della regione accanto ci sembrerebbe alieno esattamente come se vivesse in un altro continente, la televisione ha permesso la globalizzazione, quella globalizzazione che nella sua migliore accezione ci permette di conoscere culture diverse e integrarne quello che ci sembra meglio. Mi piace guardare la Tv, anche il ciarpame, vedere donne sguaiate e di mezza età sculettare come fossero carine e nel fiore degli anni può anche far svoltare una giornata…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.