• g+
  • Tumblr
  • Youtube
  • Linkedin
  • Instagram
  • About.me
  • Ucronìa.it Feed
Ucronìa.it

Nightmare: 30 anni di Terrore

Torniamo indietro di 30 anni, siamo nel 1984,  il mondo sta ancora vivendo l’incubo della Guerra Fredda e, nelle sale, esce  Nightmare – Dal profondo della notte (A Nightmare on Elm Street) il primo di una serie di film horror con protagonista Freddy Krueger. 

nightmare

Nightmare è universalmente considerato uno dei migliori film horror/splatter di tutti i tempi oltre ad aver segnato un grandissimo successo ai botteghini. Il film low-budget, dunque, si è trasformato in un gigantesco franchise che ha prodotto vari sequel, una serie televisiva e ha dato origine ad un personaggio cult e senza tempo, appunto, Freddy Krueger. 

 

Il film è stato scritto e diretto da una vera leggenda dell’horror: Wes Craven, di cui ricordiamo anche Le colline hanno gli occhi (The Hills Have Eyes, 1977) , Scream (Scream, 1996)  e Red Eye (Red Eye, 2005).

 

Con Nightmare, Craven ha lanciato una sconosciuta Heather Langenkamp nel ruolo della teenager Nancy Thompson,  un giovanissimo Johnny Depp al suo debutto sul grande schermo nel ruolo di Glen Lantz, il ragazzo della Thompson, oltre, naturalmente,  il grandissimo Robert Englund, nella parte dello sfigurato Freddy Krueger, un ruolo che gli porterà fortuna nei decenni successivi.

 

Il personaggio di Krueger, come descritto nel primo film, è differente da quello che compare nel resto della saga splatter degli anni ’80, il sito  In the Mouth of Horror  ne fornisce una descrizione perfetta:

Krueger non è il solito assassino, è loquace, provocante, strisciante, incontrollabile. Vive delle nostre paure, si nutre con l’energia che gli diamo noi stessi, l’uomo nero per eccellenza.

 

Freddy Krueger

Freddy Krueger ha avuto un tale successo da assumere, quasi,  una vita propria e diventare un’icona stampata nell’immaginario collettivo. Freddy tornerà in altri otto film e  nei fumetti  della Marvel, sarà il protagonista di videogiochi e persino di una serie TV di 44 episodi, Freddy Nightmares

 

Tutti i sequel di Nightmare hanno ottenuto un successo strepitoso e degli incassi pazzeschi, in particolare il quarto film della saga, Nightmare 4 – Il non risveglio (A Nightmare on Elm Street 4 : The Dream master del 1988)  che ha davvero sbancato i botteghini, mai quanto, però, il cross-over con Jason Voorhees, altra icona horror degli anni ’80: Freddy vs Jason del 2003.

 

Nella serie televisiva,  Freddy’s Nightmares,  Freddy assume un ruolo di narratore che introduce le storie e dispensa i suoi macabri commenti, un po’ come ne  I racconti della cripta (Tales from the Crypt, 1989-96) o in Alfred Hitchcock Presenta (Alfred Hitchcock Presents, 1955-62 e 1985-89) anche se, molte storie, sono proprio incentrate sul personaggio di Krueger.

 

Nightmare ha sbancato anche nel campo dei videogames con  A Nightmare on Elm Street,  rilasciato a metà anni ’80 per la piattaforma Nintendo Entertainment System, che permetteva a quattro giocatori di entrare in azione simultaneamente. Il gameplay originale del videogame doveva permettere al giocatore di impersonare un Freddy a caccia di teenager; per evitare polemiche, tuttavia, nella versione distribuita sul mercato, erano i ragazzi a lottare contro serpenti, pipistrelli e lo stesso Freddy Krueger.

 

Il personaggio di Freddy è stato utilizzato su diverse piattaforme di gioco dai tempi del suo debutto per NES. Oggi, prevalentemente, è possibile giocare con Krueger in Nightmare on Elm Street-themed slot machine su GD Casino. Il gioco include un bonus chiamato Never Sleep Again e ci mostra un’inquietante Freddy stilizzato dietro i Wilds oltre ad una rappresentazione delle icone degli spin gratuiti a forma del mitico guanto con i rasoi affilati di Freddy.

 

Non c’è alcun dubbio che A Nightmare on Elm Street sia uno dei migliori franchise horror di tutti i tempi e le recensioni su My Movies lo confermano, definendo il film “il capolavoro dell’incubo” e “realmente visionario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


I più letti