angDa sempre appassionato di scienza, informatica e tecnologia mi occupo di automazione dei processi, in particolare nell’ambito del Trasporto Pubblico Locale e della mobilità sostenibile.

Esperto di, come si dice ora, new media, utilizzo internet da prima che esistesse il web e mi appassionano le dinamiche sociali della Rete, da Usenet alla Blogosfera fino ai “moderni” Social Network.

Amo tutto ciò che è “fantastico” dalla science fiction, ai comics americani, passando da anime e manga e continuando per la fiction televisiva e la letteratura di genere.

Scrivere la propria biografia è un lavoro difficile: da un lato si corre il rischio di avere un tono agiografico e dall’altro si tende a peccare di falsa modestia, così lascio fare alla mia amica Sonia Zeppieri, giornalista, insegnante ed eternamente presa fra la fatica di vivere inseguendo se stessa.

sonia

Sonia Zeppieri

Arcangelo, il fantastico.
Perché ama il fantasy, la scienza, il magnifico e il meraviglioso. Soprattutto perché ama.
Tutte le cose che fa, dalla più (apparentemente) insignficante a quella più sofisticata, ebbene, lui le ama.
La fantasia sembra viaggiare in lui come fosse uno di quei super performanti treni giapponesi a l(i)evitazione innaturale (e che ho conosciuto grazie a lui).
Ma basta parlare dell’Arcangelo dotato, dell’Arcangelo pieno di risorse, umane e meno umane (essendo un alieno in alcune cose… tocca dirlo…), già, basta decantarne lodi e tesserne il profilo (alto, altissimo, non l’avrei scelto come amico altrimenti…)….mi si perdoni la poca umiltà, ma anche no.
Veniamo, ora, allo Scattaglia uomo.
Tasti dolenti. Ahia. Cinico quando serve, e quanto basta.
Tavolta permaloso, in un gioco non meglio identificato che mette in piedi tra la fase troll e il ” io me frego ampiamente di voi”.
Spesso irriverente, aggiustiamo il tiro: sempre irriverente! E quanto se ne compiace. Si diverte. Anche noi, in verità.
Dissacrante e dissacratorio, con punte di moralità sottesa (molto sottesa).
Arcangelo: l’uomo tra il fantastico e il gotico. Fantasmago(ti)co.