• g+
  • Tumblr
  • Youtube
  • Linkedin
  • Instagram
  • About.me
  • Ucronìa.it Feed
Ucronìa.it

che cos’è l’ucronìa

In molti mi chiedono cosa voglia dire ucronia.
Tutti ci siamo trovati, magari oziosamente, a valutare un’ucronia, gli effetti di come sarebbe stato se…
L’ucronia non e’ altro che il ripercorrere con la mente i risultati di una scelta alternativa; pensare alle possibili implicazioni della scelta di un sentiero quando ci si trova ad un bivio.
Ci sono piccole e grandi ucronie. La letteratura fantascientifica ma anche quella mainstream ne è sempre stata piena; in realtà l’ucronia è un genere a parte che utilizza spesso qualche artificio della SF per rendere credibile il fattore scatenante. Ma vediamo qualche esempio, un classico è immaginare cosa sarebbe successo se Hitler quella guerra alla fine l’avesse vinta. Sono tante le possibili considerazioni che si possono fare a patire da un cambio di rotta a questo punto della storia, Philip K. Dick ne fa un caposaldo della fantascienza con il suo “The man in the high castle” ma sono tante le ucronie possibili a partire da qualunque tipo di evento e, almeno per me, le più interessanti sono quelle che hanno origine da eventi insignificanti, quelle che partono dalla vita di tutti i giorni che magari, come la farfalla che battendo le ali a New York scatena un uragano a Hong-Kong, si potrebbero ripercuotere sul destino dell’umanità o meglio ancora le ucronie che rimangono relegate alla piccola nicchia della vita di una persona. Ah se vincessi al superenalotto, quanto… 3 milioni di euro… allora si’ tre milioni di euro, beh 500 mila euro mi tocca darli in beneficenza… eh beh si… poi mi compro una bella casa in città, una bella villa in Sardegna e poi certo una Ferrari… beh dai facciamo che vinco dieci milioni di euro… oh no facciamo trenta… si questo e’ un esempio banale ma solo per capire come chi più chi meno abbia immaginato un futuro alternativo.
Può, dunque, essere divertente indugiare in un’ucronia personale purche non si ceda al rimpianto per le scelte sbagliate perchè poi uno puo’ anche pensare, beh ci sono pure i masochisti/paranoici no, ah se avessi perso quell’appuntamento di lavoro adeso sarei disoccupato, abbadonato da tutti e vivrei sotto un ponte e…

Ok concludo con un’ultima considerazione; parafrasando una vecchia pubblicità si può dire che le ucronie sono tante, milioni di milioni… vi lascio quindi riflettere su quale ucronia stiate vivendo adesso.

Archivi


I più letti