• g+
  • Tumblr
  • Youtube
  • Linkedin
  • Instagram
  • About.me
  • Ucronìa.it Feed
Ucronìa.it

science fiction

Perfection (Le storie di Perfection Vol. 1) di Germano M.

Siamo nel 2142 e l’umanità come la conosciamo oggi è sull’orlo dell’estinzione, un virus letale, Agave, sta sterminando infatti la popolazione femminile, pochissime sono le donne in grado di raggiungere i trenta anni e ancora meno quelle in grado di riprodursi e mentre un’Europa, che stenta ancora a riprendersi dalle  Guerre del Mediterraneo, rielegge il suo Dittatore Joseph Zeudi, l’Alleanza delle Americhe, sta discutendo in nuovo disegno di legge per dismettere tutti gli organismi cibernetici per intrattenimento e sostituirli con il nuovo modello  Lei™.

 

PefectionNell’universo di Perfection, creato da Germano M., l’umanità ha, infatti,  cominciato ad impiegare automi dotati di IA in svariati campi e la progressiva scomparsa del genere femminile ha contribuito a creare modelli da intrattenimento sempre più simili agli esseri umani, dotati  di una forma di autocoscienza e naturalmente più forti, più veloci e sopratutto immuni dalle malattie; organismi cibernetici quasi perfetti nell’assolvere alla loro funzione di surrogato dell’umanità.

 

I racconti che compongono l’ebook di Germano M. sono ambientati a Perfection, una cittadina in un valle desertica, un tempo sede di importanti compagnie di estrazione mineraria, di cui rimane un agglomerato di strutture  abitato ormai soltanto da 151 persone e dai loro androidi.

 

In questa cittadina immaginaria di questo mondo apocalittico, otto personaggi, superbamente caratterizzati in otto racconti, vivono una notte in cui succede di tutto  nell’attesa che la Energom, proprio in quella zona, dia il via ai test per l’elettricità senza fili che segnerà l’ennesima rivoluzione di un mondo sempre meno popolato da un’umanità destinata ad essere soppiantata dalle creature che essa stessa ha creato, nuove forme di vita per molti aspetti simili ai propri creatori e per altri migliori di essi.

 

I racconti di Germano M., raccolti in questo primo ebook,  nonostante lo stile ironico e a tratti scanzonato ci fanno immergere in un’atmosfera decadente e oppressiva, fanno sentire sulla pelle del lettore la sensazione di disastro imminente, di una lenta fine del mondo annunciata e accettata inconsciamente dalla gente come ineluttabile.

 

Una menzione particolare merita il racconto “La Variante” sia per il rapporto fra Shikoba e il suo androide Lizzie che, a mio avviso, racchiude lo spirito di Perfection e sia per la scena della tortura raccontata in maniera talmente vivida da dare quasi l’impressione al lettore di essere nella stanza insieme a loro.

 

L’ebook Perfection (Le storie di Perfection Vol. 1), è uno dei tanti lavori prodotti dalla Moon Base Factory ed  è disponibile sulla piattaforma Amazon al prezzo (ridicolo) di € 1,99, vi garantisco che ne vale assolutamente la pena e se vi piace la lettura ed in particolare il genere fantastico, vi consiglio anche di dare un’occhiata agli altri volumi dei Moon Base  potreste rimanerne piacevolmente sorpresi. Intanto vi lascio con Alexi Murdoch e il suo All My Days, uno dei pezzi che in qualche modo fanno parte di una possibile colonna sonora di Perfection.

 

Battleship (2012)

Ogni tanto capita che un sabato sera si resti a casa, così si prepara la pizza (gorgonzola, mascarpone e prosciutto cotto), si mettono le birre in frigo e si sceglie un film da gustare insieme alla cena e allora cosa può esserci di meglio di un colossal del 2012, costato 200 milioni di dollari e basato, niente meno, che sul gioco della Battaglia Navale (su questo aspetto torneremo dopo); signori ecco a voi Battleship per la regia di Peter Berg, un regista senza infamia e senza lode già dietro la cinepresa, per esempio, in Hancock, film di fantascienza del 2008 con Will Smith.

Battleship

Nel 2005 la NASA scopre un pianeta con caratteristiche simili alla Terra, il Pianeta G; viene così varato un progetto per tentare di stabilire un contatto con le eventuali forme di vita intelligenti presenti sul corpo celeste attraverso l’invio periodico di trasmissioni radio. Passano 7 anni, siamo nel 2012, quando inaspettatamente arriva la risposta: un’avanguardia di 5 astronavi, provenienti dal pianeta G, infatti, si dirigono verso la Terra per dare inizio a un’invasione.

Al classico plot dell’attacco alieno si aggiunge, questa volta, la  piacevole variante della battaglia navale, dal momento che tutti i combattimenti si svolgono sul mare. Gli invasori alieni, infatti, invece della solita New York, per lo sbarco prediligono l’Oceano Pacifico, casualmente, durante un’esercitazione congiunta della US Navy con le forze di altri tredici paesi, con tanto di corazzate e portaerei. Per un buffo scherzo del destino, però, a contrastare gli alieni rimarrà solo il tenente Hopper (Taylor Kitsch) al comando prima del cacciatorpediniere USS John Paul Jones e poi della gloriosa corazzata USS Missouri, da anni alla fonda nel porto di Pearl Harbor, trasformata in museo galleggiante della Seconda Guerra Mondiale, e riportata in vita come ultima risorsa per contrastare la minaccia aliena.

 

Continua a leggere

Corazzata Spaziale Mussolini di Davide Tarò

Davide Tarò è l’autore dell’ormai famoso “EMINA OrfaniRoboT“, edito da 001 Edizioni,  la storia di Natamele Tandro uno dei tanti trentenni senza futuro in questa Italia senza prospettive  che, ad un certo punto, da precario cronico si ritrova, chiamato dalla EMINA, una multinazionale con sede a Torino, a pilotare un Simulacron una sorta di robot gigante. Da qui fra richiami agli anime degli anni ’70 e sanguinosi combattimenti prende il via una storia che si dipana fra intrighi e segreti.

Corazzata Spaziale Mussolini

A distanza di poco più di un anno, a gennaio del 2014, sempre dalla penna di Davide Tarò verrà pubblicato, la Società Editrice La Torre un nuovo racconto: “Corazzata Spaziale Mussolini“. I richiami alla saga di Captain Harlock sono più che evidenti per quello che lo stesso autore presenta come un nuovo esperimento di animeucronia in cui i personaggi, le astronavi e la tecnologia si muovono e funzionano con un preciso scopo e sono figli di una storia risorgimentale “realmente” accaduta e quasi identica alla nostra, di una storia degli anni Venti del secolo XX che arriva spietata (e segreta) fino all’esplosione delle bombe atomiche sul Giappone nel 1945.

Continua a leggere

Hannah Spearitt

A breve parleremo di “Primeval” una serie inglese del 2007 che sto guardando ultimamente, nel frattempo non posso fare a meno di pubblicare questo piccolo tributo ad una delle protagoniste del telefilm, nonché una delle più belle donne del pianeta come testimonia la classifica  di FHM “Top 100 Sexiest Women”,  che la vede presente fra il 2000 e il 2004 😉

 

Hannah SpearittHannah Louise Spearritt è un’attrice e cantante inglese nata il 1 aprile 1981 a  a Great Yarmouth. Comincia la sua carriera come cantante nel gruppo pop S Club 7. Il gruppo, che si è sciolto nel 2003, è stato ai primi posti delle classifiche britanniche anche  grazie alla serie  BBC Miami 7, una sorta di High School Musical inglese di cui la band era protagonista.

 

I primi ruoli televisivi di Hannah incominciano all’età di 12 anni con alcuni spettacoli teatrali fino al 1998 con una parte in un film per la TV ” The Cater Street Hangman”  e alcune apparizioni al National Lottery Show tutto ciò mentre studia matematica, teatro e media al college e comincia la sua carriera come cantante.

 

Nel 2003 Hannah approda a Los Angeles per un audizione nel film Agent Cody Banks 2: Destination London ottenendo il ruolo e lasciando l’S Club per iniziare le riprese. Segue nel 2004 un ruolo in un film horror Seed of Chucky. Dopo una breve pausa passata con la sua famiglia ritorna sulle scene in Blessed una sitcom della BBC e nel deludente musical Snow!, cancellato dopo tre settimane.

 

Nel 2006 ottiene il ruolo in Primeval, come Abby Maitland, che la vede protagonista per tutte le 5 stagioni. Dal 2011 ottiene diversi ruoli in vari spettacoli teatrali.

 

Fino al 2013 ha avuto per compagno Andrew-Lee Potts altro protagonista della serie Primeval.

 

Per saperne di più su di lei visitate il suo sito web http://www.hannahspearritt.net/ o seguitela su twitter intanto vi lascio con una piccola gallery

 

 

Archivi


I più letti