• g+
  • Tumblr
  • Youtube
  • Linkedin
  • Instagram
  • About.me
  • Ucronìa.it Feed
Ucronìa.it

yamato

Uchuu Senkan Yamato 2199

Yamato2199-1

Era il 1974,  38 anni fa, quando il manga di Leiji Matsumoto fu per la prima volta portato in TV con un anime di 26 episodi a cui sono seguite altre due serie, sei film, una serie OAV e un live action.

Dopo quasi quaranta anni la Yamato torna con un remake  dell’anime del 1974 secondo una serie di uscite articolate in 7 lungometraggi cinematografici che condensano i 26 episodi della nuova serie. Successivamente la serie è stata e verrà proposta  in Blueray (nel 2012-2013) e successivamente in TV (nel 2013).

Per ora ho potuto guardare i primi 5 episodi e devo dire che la serie rispecchia moltissimo la storia classica.

Siamo nel 2199 e  la specie umana è stata quasi annientata dalla civiltà aliena originaria del pianeta Gamilas che dopo aver costruito una base sul pianeta Plutone, adattandolo alle proprie necessità, ha  cominciato a bombardare il pianeta Terra deviando l’orbita di alcuni asteroidi dopo averli resi radioattivi. La Terra tenta il tutto per tutto inviando tutte le proprie navi contro l’invincibile armata gamilonese, ma la nostra flotta spaziale viene annientata nell’orbita di Plutone. Ormai la specie umana ha i giorni contati, solo un anno stimano gli scienziati, prima che i danni ambientali divengano irreversibili.

Fan ServiceIntanto dal lontano pianeta Iscandar giunge un barlume di speranza, la regina Starsha,  invia la sorella Yurisha in missione sulla Terra per donare i piani per costruire un’astronave, dotata di una nuova potentissima fonte di energia, in grado di percorrere, nel tempo che resta, i 336.000 anni luce che separano la Terra da Iscandar per prelevare un dispositivo in grado di riportare l’atmosfera terrestre agli antichi splendori.

Le forze terrestri, così,  decidono di riesumare il relitto della nave da battaglia giapponese Yamato, affondata dagli americani il 7 aprile del 1945 a 180km dall’arcipelago Danjo[1], e trasformarla in una corazzata spaziale da affidare al capitano Jūzō Okita e ai giovani ufficiali Susumu Kodai e Daisuke Shima. Il viaggio verso Iscandar, ovviamente, non sarà privo di pericoli e, prima ancora di lasciare il Sistema Solare la Yamato dovrà scontrarsi più volte con i gamilionesi

Rispetto alla serie classica si nota subito una cosa: sulla Yamato ci sono molte più donne. Praticamente nella serie classica c’era solo Nova/Yuki Mori qui abbiamo tutta una serie di ragazze e tanto fan service quanto basta :-)

Per il resto l’animazione è i disegni sono in linea col ventunesimo secolo e svecchiano una serie che si porta benissimo i suoi quaranta anni.

Vi lascio con il trailer di Uchuu Senkan Yamato 2199.

[1] La Corrazzata Yamato oggi giace ancora sotto il mare al largo della Prefettura di Nagasaki ed è tuttora è un simbolo di forza e rivalsa per il popolo giapponese

Archivi


I più letti