Gli e-reader prima e piattaforme come Createspace, per la stampa on demand dei contenuti, poi hanno rivoluzionato il mondo dell’editoria permettendo all’autore di pubblicare il suo lavoro senza passare attraverso l’intermediazione di un editore.

Se questo, da un lato, ha generato dei mostri, dall’altro ha dato vita all’interessante fenomeno della letteratura indie che ha aperto la possibilità di esprimersi ad autori interessantissimi che, probabilmente, non sarebbero mai emersi, invischiati nelle maglie dell’editoria tradizionale.

Il leader di questo nuovo mercato editoriale è Amazon, con la sua piattaforma Kindle Direct Publishing, che ha consentito anche a noi di pubblicare in maniera amatoriale alcuni volumi sotto l’etichetta Ucronia Publishing che rimane comunque una cosa fra amici.

Poesiole Seppie Ripiene
Poesie per poche lire
Vairus, diario di una quarantena