John Titor è un viaggiatore del tempo tornato dal 2036 per recuperare un IBM 5100, che a suo dire avrebbe delle caratteristiche, non documentate, in grado di risolvere una sorta di secondo millenium bug che dovrebbe colpire i sistemi Unix nel 2038. Per alcuni mesi nel 2000, Titor scrisse su alcuni forum rispondendo a tutte le domande che gli venivano fatte sul futuro con coerenza e competenza. Oddio non tutte le predizioni di Titor sono positive, anzi secondo lui ci aspetta una bella guerra termonucleare che spazerà via metà della popolazione mondiale comunque qui è possibile leggere in italiano tutti i post di Titor. La predizione che però mi interessa in questo momento è che il CERN, per un errore, creerà un buco nero che sarà all’origine della teoria dei viaggi nel tempo. Dopo poco il CERN afferma che teoricamente il Large Hadron Collider in fase di costruzione (un grosso grosso acceleratore di particelle) potrebbe dare origine ad un piccolo buco nero e anche il fisico Stephen Hawking non esclude del tutto la possibilià che ciò avvenga. Interessante è che in questi giorni due tizi, Walter L.Wagner e Luis Sancho (un ex fisico passato a fare l’avvocato e uno studioso di viaggi nel tempo), abbiano chiesto al tribunale delle Hawaii di bloccare l’attivazione da parte del CERN del LHC che potrebbe a loro dire creare un buco nero che risucchierebbe la Terra e buona parte del Sistema Solare. Tutti gli scienziati che hanno lavorato al progetto, ovviamente, smentiscono la cosa portando studi a supporto di ciò, ma il tribunale non può lasciare cadere la cosa e ha chiamato in giudizio il CERN. Sarà interessante seguire gli sviluppi, se ce ne saranno :-)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.