Sarà che mi avvicino ai 40 o sarà, forse, che il logorio della vita moderna ha ridimensionato il mio livello di tolleranza, ma lo snobismo intellettuale per il quale, pur di distinguersi dal pensiero mainstream, si debbano per forza sparare un mucchio di cazzate, proprio non lo reggo più.

Oggi parliamo di Nutella, uno dei prodotti di punta della Ferrero. La Nutella è una crema spalmabile alla nocciola si può mangiare su una fetta di pane o sui biscotti, ma c’è pure chi la mangia col cucchiaio dal vasetto o con le dita. La Nutella è un alimento talmente versatile che si presta, fra le altre cose, anche a giochini sessuali e può essere usata come esca per i vostri figli.

Il primo assioma della delizia recita: La Nutella è buona

Questo è un dato di fatto e non è confutabile. Ora ci sarà sicuramente qualcuno pronto a dire che i gusti non si discutono e che ad alcuni la Nutella può non piacere; io dico, amico mio, se sei malato fatti curare. Qualcun altro sarà pronto a ribattere: – ma che dici ci sono tante creme spalmabili migliori della Nutella, ad esempio la mitica crema Novi che è molto più buona della Nutella perché contiene ben il 40% di nocciole ed ha davvero sapore di nocciola-.

Voglio raccontarvi un aneddoto della mia famiglia.

Mio nonno, Arcangelo (lo so, ha un bel nome mio nonno), ha 93 anni e a 93 anni i denti non sono più quelli di un tempo, anzi diciamo che non sono e basta. A mio nonno piacciono un sacco le nocciole, solo che mangiare le nocciole con la dentiera non è un’esperienza particolarmente piacevole.
Mio nonno, però,  se è arrivato, in forma, a 93 anni è  perché non si perde d’animo e non rinuncia certo ai suoi piaceri per colpa di qualche ostacolo insignificante; così armato di mortaio e pestello  schiaccia le nocciole  fino a ridurle quasi in polvere: polvere di nocciole, appunto. La polvere di nocciole di mio nonno è fatta dal 100% di nocciole e, sembrerà incredibile, ha sapore di nocciola.

La Nutella è fatta col 13% di nocciole ed effettivamente il sapore di nocciole si sente molto meno che nella polvere di nocciole di mio nonno. La crema Novi, invece, è fatta col 45% di nocciole; anche nella crema Novi il sapore di nocciole si sente meno che nella polvere di mio nonno, però si sente decisamente di più rispetto alla Nutella.
Se fossi uno snob intellettuale dovrei dedurre che la polvere di nocciola di mio nonno è più buona della Nutella e anche della crema Novi. Il fatto è che io sono uno snob intellettuale ma ho anche assaggiato la polvere di nocciole di mio nonno e posso testimoniare che fa discretamente schifo.

Il secondo assioma della delizia recita: La Nutella ha sapore di Nutella

Eh sì miei cari, la Nutella è buona perché sa di Nutella non perché sa di nocciole. La mitica crema Novi è buona ma non sa di Nutella, sa di nocciola i due sapori non sono paragonabili, sono due cose talmente diverse che dovrebbero proprio appartenere a due categorie merceologiche separate.

 Il terzo assioma della delizia recita: Ciò che è buono fa male
Corollario:  Ciò che è MOLTO buono fa MOLTO male

Purtroppo a questa regola non sfugge la Nutella, tante calorie e tanti grassi non fanno bene alla salute. Ma qualcuno ha mai detto che la Nutella è un alimento necessario all’apporto quotidiano di vitamine? Ovviamente no, al massimo può essere un sostituto economico degli anti-depressivi ma grassi e zuccheri in dosi elevate fanno male alla salute sia che provengano dal pregiato burro di cacao o che provengano dall’olio di palma; di certo però la Nutella non contiene i temibili grassi idrogenati come cianciano alcuni detrattori… non che se ne contenesse sarebbe meno buona, eh.

Il quarto assioma della delizia recita: La Nutella è poetica

Provate a immaginarvi in un incursione notturna nella dispensa, con in mano un cucchiaio pronto ad essere affondato nel vasetto da 750g di Nutella. Ora sostituite la Nutella con qualunque altra crema a base di nocciola… un’immagine triste, non è vero?

Lo so che la Ferrero spende un mucchio di soldi per sponsorizzare i suoi prodotti, ma posso garantire che questo post non le è costato un euro, ovviamente sono sempre pronto a fornire il mio IBAN :-)

14 commenti
  1. Flo
    Flo dice:

    Pienamente d’accordo! Mia madre è esattamente così, una snob da crema Novi, e non sai quanti litigi da piccole per farci comprare la Nutella e non il surrogato pseudosano, a spiegarle che un Nutella party tutti-armati-di-cucchiai non è la stessa cosa di un cremanoviparti. Che poi per renderla più magra basta mangiarla senza pane che fa ingrassare. La crema novi può essere assunta solo se preferisci oggettivamente il cioccolato fondente invece che quello al latte.
    Mi piacciono i tuoi assiomi!
    Flo

    Rispondi
  2. Davide Mana
    Davide Mana dice:

    Io sono allergico alle nocciole.
    E quindi non è che la Nutella “non mi piace” – semplicemente se la mangio ho reazioni allergiche molto pittoresche ma piuttosto fastidiose.
    Idem per qualsiasi altro prodotto alla nocciola.
    Beh, prova a farlo entrare nel cervellino di alcuni.
    Sono anni che mi sciroppo orribili predicozzi su quanto è buona la Nutelal che io “mi ostino” a non voler assaggiare.
    Il che è probabilmente completamente off-topic – ma volevo dar voce all’1% che no.
    Post molto divertente ;-)

    Rispondi
    • Angelo
      Angelo dice:

      In effetti ho dimenticato l’allergia alla nocciola che è l’unico motivo sensato per non introdurre la Nutella nella propria dieta. Ho un’amica che adora la Nutella ed allergica alle nocciole, è disperata e talvota sfida lo shock anafilattico.

      Grazie Davide, gran complimento detto da te :-)

      Rispondi
  3. Flo
    Flo dice:

    Dovresti portarti sempre dietro la minidose di adrenalina e assaggiare lo stesso!
    Cmq no, infamare un poveraccio allergico è una crudeltà gratuita…

    Rispondi
  4. Giuda
    Giuda dice:

    Post fiQuissimo con una grossa Q. Io la crema Novi non l’ho mai mangiata – che sappia o ricordi – e tuttto quello che dici sulla Nutella è la pura, esilarante verità. Sì, fa male e non è sana eccetera eccetera, ma affondare il cucchiaino in un vasetto di Nutella e portarlo al pane o alla bocca è la massima espressione della golosità, e se per caso “qualcuno” fosse stato tanto deficiente da creare un Aldilà dove la Gola è un peccato, sul cartello della bolgia non può che esserci un vasetto di Nutella.

    P.S. C’entra fino a lì, ma anche mio nonno si chiamava Arcangelo.

    Rispondi
    • Angelo
      Angelo dice:

      Sarebbe un contrappasso inaccettabile quello di affondare in un lago di nutella per l’eternità?

      Bel nome tuo nonno! ;-)

      Rispondi
      • Giuda
        Giuda dice:

        Il “supplizio” sarebbe anche allettante, quello che mi scoccia è definire la Gola un vizio da Inferno. Io la chiamerei piuttosto un’attività ricreativa estrema, come gli sport ma con altre precauzioni.

        Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.