<...>
Si dice che in America tutto è Ricco tutto è nuovo,
puoi salire In teleferica
su un grattacielo e farti un uovo,
io cerco il rock’n’Roll al bar e nei metrò,
cerco una bandiera diversa senza sangue sempre tersa
Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po’
e mi accorgo che son solo,
In fondo è bello però , è il mio Paese e io ci sto
<...>

Da qualche tempo, da quando ho un figlio in pratica, ho sempre più voglia di andarmene a vivere in un posto dove civiltà non sia solo un lemma del dizionario.
Fino ad ora il problema non si è mai posto realmente, sono cresciuto qui, mi sono adattato a vivere qui e in fondo si sta bene, c’è il sole, il mare, si mangia bene insomma… in fondo è bello però, è il mio paese ed io ci sto… ma con un figlio…
Qui tutto, la società, la politica, l’economia, tutto è in mano ai furbi, o meglio qui tutti si credono più furbi degli altri e sono pronti a prevaricare i vicini per trarne vantaggio o solo per il gusto. Lo vedi per strada nel traffico gente che non dovrebbe guidare nemmeno una bicicletta in un parcheggio ti taglia la strada senza nemmeno sapere perchè e il codice della strada è solo un optional non compreso nell’allestimento dell’ultimo SUV; ma la strada è solo lo specchio del modo di ragionare di questa gentaglia. I piccoli imprenditori del cazzo assumono gente e la pagano il meno possibile utilizzando strumenti creati a posta per loro da gente come loro… almeno una volta si pagava in nero e non c’era questa “ipocrisia legale”. Quello che è peggio, però è che io stesso alcune volte, durante i miei rari esami di coscienza, mi fermo a riflettere sulla giornata passata e mi capita di rendermi conto di essermi comportato come loro, come un perfetto stronzo a volte anche senza motivo, ma ancora peggio mi rendo conto di averlo fatto in maniera del tutto inconsapevole e questo vuol dire solo che questo schifo in cui vivo è anche contagioso e allora fanculo, non so se mi va di far crescere mio figlio in questa melma.
Ora il problema è capire fin dove si estende il “qui” dove la civiltà è un concetto astratto letto nel manuale di educazione civica alle scuole medie… e purtroppo temo che tutto il “Bel Paese” sia ormai frellato(cit.) come risultato finale di una storia e un modo di vivere che non poteva portare ad altro… cosa rimane… boh vedremo cosa mi(ci) riserva il futuro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.