Da piccolo volevo fare l’astronauta. Tutti i bambini, negli anni settanta, volevano fare l’astronauta, c’era ancora nell’aria il sapore della corsa allo spazio, la Luna era stata raggiunta da poco e sembrava che 2001 Odissea nello Spazio non fosse poi così fantascientifico. Oggi i viaggi spaziali sono quasi un ricordo lontano (non so più nemmeno a quando hanno rinviato il lancio dello Shuttle) e i bambini da grande vogliono fare i calciatori, non perchè gli interessi il “pallone” ma per potersi riciclare in personaggi televisivi usa e getta.

Intanto arriva dal museo di Storia Naturale di New York la presentazione da parte di Richard Branson della SpaceShiop Two: una vera e propria navetta spaziale in grado di portare in orbita fino a 6 passeggeri già dal 2009. Il costo di 200.000 dollari ovviamente non è accesssibile ai più, ma quale modo migliore di spenderli? Sarà una trovata pubblicitaria, una scommessa commerciale o vero e proprio spirito pioneristico ma dopo quella statua su Marte un’altra notizia piacevole. Stephen Hawking comunque si è prenotato :-)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.