Fra gli interventi per una mobilità sostenibile che i vari comuni italiani stanno mettendo in atto, sicuramente uno dei più visibili è la creazione di nuove rotatorie per sostituire i semafori. Le rotatorie rendono il traffico più fluido, riducono l’inquinamento, hanno minori costi di gestione degli impianti semaforici, insomma sembrano la panacea per il traffico cittadino e non.
Oggi pomeriggio vado a LIDL (ho comprato un magnifico telecomando 8 in 1), non ci andavo da tempo ed ecco sulla solita strada una rotonda; quando ero costretto a fare il volontario durante il servizio civile, dove ora c’è quella rotonda ho dovuto tirare fuori gente dalle lamiere delle auto, quindi bene. Proseguo lungo la strada, cinquanta metri ed ecco un’altra rotonda ma… ma… ma… a che cazzo serve? La rotonda ha soltanto un’entrata e un’uscita, non riesco a crederci. Insomma va bene fare le rotonde ma qui si esagera, basta rotatorie inutili, basta rotonde da 30 cm che creano soltanto più casini e ancora basta con le rotatorie con orribili fontane o sculture di dubbio gusto.
Ah già che ci sono in Italia il codice della strada non dice nulla a proposito delle rotatorie quindi si circola seguendo le normali regole e si da la precedenza a destra se non ci sono indicazioni diverse. In realtà le nuove installazioni seguono il modello francese e quindi ha la precendenza chi circola nella rotonda ma è tutto segnalato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.