L’anno scorso, di questi tempi, davo la ferale notizia della chiusura degli stabilimenti Borsci e di conseguenza della fine di un liquore, il famoso elisir San Marzano, che io ho sempre visto in casa da quando son nato e che quindi era, per me, una sorta di certezza; c’è mancato poco che mi aggiudicassi una bottiglia su E-Bay a 48 euro, tanto era lo sconforto. Oggi, mentre ero in giro per il classico shopping natalizio, Monica mi fa notare sugli scaffali la classica e mitica bottiglia di San Marzano. Io strabuzzo gli occhi, tanti sono stati i tentativi di imitazione, anche grafici, in questi mesi; questa volta no, era proprio il San Marzano. La Borsci Industria Liquori S.r.l., scopro ora, qualche mese fa è stata acquisita da un’azienda di Ostuni, la Telcom S.p.A.  leader nel settore della trasformazione del materiale termoplastico e di proprietà della famiglia Casale. Nonostante siano ancora in atto una serie di tira e molla sulla proprietà del marchio è ripresa la produzione  del mitico elisir San Marzano, dal gusto unico e inconfondibile, creato nel 1840 da  Giuseppe Borsci.

Per la cronaca a me il San Marzano non è che piaccia particolarmente, però come ho detto prima per me è una sorta di pilastro :-)

4 commenti
  1. Anonimo
    Anonimo dice:

    ma la telkom che fanno anche impianti di depurazione? e’ rischioso comprare un liquore scuro prodotto da chi depura acque inquinate…

    Rispondi
    • Angelo
      Angelo dice:

      Beh la Telcom dovrebbe solo mettere i soldi, gli impianti rimangono quelli originali di San Marzano(TA)… se poi l’ingrediente segreto del San Marzano sono i rifiuti tossici in stile cazzate di Saviano… beh non lo so :-)

      Rispondi
  2. NICOLA
    NICOLA dice:

    L’Elisir San Marzano, da parte mia, e’ sempre stato un liquore preferito tanto che l’anno scorso l’ho rivisto in commercio, e quest’anno, in mancanza del prodotto, ho chiesto di rivederlo a due centri commerciali, che mi hanno subito accontentato.
    Bene ha fatto la Telcom di Ostuni ad acquistare il marchio perche’ come prodotto io l’ho ritengo eccellente, e mia moglie dal canto suo lo usa per guarnire i dolci, e poi lo nasconde e lo conserva gelosamente.
    Auguri , ed in bocca al lupo.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.