Oggi, come ogni anno dal 1996, si festeggia la giornata mondiale del libro, evento patrocinato dall’UNESCO che  ha proclamato il 23 aprile di ogni anno “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore” (28 C/Resolution 3.18 del 15 novembre 1995)(1).

La giornata mondiale del libro ha come obiettivo quello di promuovere il piacere della lettura e  valorizzare il contributo degli scrittori al progresso socio-culturale dell’Umanità.

Il 23 aprile fu  scelto perchè il 23 aprile 1916 sono morti  Miguel de Cervantes (1547-1616),  William Shakespeare (1564-1616 )(2) e Inca Garcilaso de la Vega (1539-1616).

Io, per quel che conta, invito chiunque dovesse imbattersi, anche casualmente, in questo articolo ad un utilizzo maggiormente oculato della TV e a dedicare anche solo 15 minuti della giornata ad assaporare il piacere della lettura (non importa che sia un romanzo o un saggio, un libro o un e-book).  Sarà più faticoso ma… la cultura ne guadagna e anche il senso critico.

Visto che siamo in tema, lo so non lo aggiorno spesso, ma vi segnalo il mio profilo su Anoobi

(1) la Giornata mondiale del copyright merita una trattazione separata che non ho voglia di fare stasera.
(2)  Shakespeare è morto il 23 aprile secondo il calendario giuliano vigente in Inghilterra nel 1600, dunque dieci giorni dopo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.