Il capo di gabinetto Nobutaka Machimura e il ministero della difesa giapponese Shgeru Ishiba, in risposta ai continui sorvoli dei domini nipponici da parte di oggetti volanti non identificati hanno allertato l’esercito per un possibile imminente attaco UFO alle porte del Giappone. La squadra Getter è ready in five e dal museo della scienza e della tecnica sono stati prelevati Il Grande Mazinga e Mazinga Z per gli opportuni aggiornamenti del firmware prima di ritornare a combattere, sono in corso le ricerche di Hiroshi Shiba eremita nei boschi ai piedi del monte Fuji dalla sconfitta del Signore del Drago.
Scherzi a parte leggo oggi sul Corriere.it che (notizia di ieri) il capo di gabinetto e ministro della difesa nipponico in risposta a precise richieste dei giornalisti circa l’aumento di avvistamenti di oggetti volanti non identificati sul terriotrio giapponese hanno dichiarato «Non c’è nessun motivo per negare ulteriormente che oggetti non identificati (Ufo) esistono, e che questi vengono controllati da un’altra forma di vita» e che inoltre sia necessario che il Giappone debba prepararsi preventivamente ad un possibile attacco da parte degli alieni. Pur sottolineando che la sua è un’opinione personale il ministro della difesa ha inoltre precisato: «Verificherò se l’esercito del Giappone sia in grado di affrontare un attacco alieno – del resto, anche nei film di Godzilla sono di fatto le truppe giapponesi ad entrare in azione».
E mentre noi qui stiamo a discutere delle intercettazioni telefoniche di Berlusconi i Giapponesi si stanno preparando, ancora una volta, a salvare il mondo dalla minaccia delle forze del male. Adoro i Giapponesi :-)

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] la notizia di un imminente possibile attacco al giappone da parte di astronavi aliene ostili (vedi Allarme UFO), evidentemente, il governo giapponese ha incaricato la Japan Science and Technology Agency (JST), […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.