In questa notte 40 anni fa tre uomini portavano a termine una missione incredibile, portavano l’umanità a toccare con un dito quella Luna simbolo certamente di una gara a chi ce l’ha più lungo ma simbolo sopratutto dell’affermazione della potenzialità di un branco di scimmie glabre evolutesi su un pezzo di roccia guardando il cielo e immaginandolo popolato da dei e demoni, guardando il cielo e sognano di arrivarci per scalzare dio o soltanto per il gusto.
In questa notte calda e senza Luna, col bimbo malato è il condizionatore prudenzialmente spento, dubito di riuscire a dormire; ho la finestra aperta e sento di lontano qualcuno fare il karaoke mentre, stranamente ripenso a Neon Genesis Evangelion e decido di riascoltarne l’ending theme dove la bellissima voce di Claire Littley non fa rimpiangere l’originale di Frank Sinatra.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.