Poster choc è stato definito un ritratto di due studenti francesi che, come spiega la didascalia, per mancanza di alloggi si vedono costretti a fare sesso nel letto fra mamma e papà. L’immagine pubblicata dall’UNEF, il sindacato degli studenti francesi vuole ovviamente puntare il dito sulla carenza di posti letto per i fuorisede. Questo mi ha fatto riflettere su un paio di questioni. Da noi in italia non esiste un sindacato degli studenti, o meglio c’è molta attività politica e sindacale all’interno delle università ma saranno ormai venti anni che non ha alcun rilievo al di fuori dei Campus… ricordo come ultimo ad apparire sui giornali il movimento la Pantera contro la riforma universitaria alla fine degli anni ’80. Già questo la dice lunga sullo stato dell’Università italiana. La seconda riflessione riguarda gli alloggi. Qui, almeno negli anni ’90, le “Case degli Studenti” coprivano si e no il 10% del fabbisogno; gli altri studenti affittavano case fatiscienti a prezzo da strozzo per una misera camera doppia ,altro che Parigi e questo mi porta alla terza considertazione. Se i ragazzi francesi sono costretti a rimanere nel lettone con mamma e papà perchè non ci sono alloggi per gli studenti, da noi succede la stessa cosa anche a chi un lavoro ce l’ha ma non riesce a pagare l’affitto ormai pari a 2/3 dello stipendio medio. In tutto ciò la cosa divertente è che mentre in Francia il poster ha portato all’attivazione di una serie di canali per risolvere il problema con uno stanziamento di 620 milioni, da noi sarebbe stato lo spunto per una puntata del solito un talk show.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.