Ci vuole un semaforo in orbita. Dopo il lancio di sabato della navicella spaziale Jules Verne è la volta di una nuova missione dello Shutte verso la stazione ISS. La missione STS-123 vede a bordo dell Endeavour un equipaggio misto americano, giapponese e canadese. Il decollo che è avvenuto alle 7.28 di stamattina (ora italiana) dal Kennedy Space Center è stato salutato dall’urlo “BANZAI” del comandante della missione Dominic Gorie. L’obiettivo di STS-123 che durerà 16 giorni e di portare in orbita e installare Dextre un robot progettato dall’Agenzia spaziale canadese e la prima parte di Kibo un nuovo laboratorio scientifico progettato dai giapponesi. Intanto la Jules Verne aspetterà in orbita il suo turno per attraccare alla ISS.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.